www.siniscolaturismo.it - Portale Turismo del Comune di Siniscola - Assessorato al Turismo
COMUNE di Siniscola
  • Un mare
    infinito di
    emozioni

  • ...con
    panorami
    mozzafiato

  • Tra cielo e
    mare

  • Incontri
    inaspettati

  • Un ambiente
    magico

  • Siniscola da
    vivere

Chiesa Sardegna

Da San Pietro il percorso continua verso la vallata lungo la carrareccia in una strada più accidentata a causa dell'asprezza del territorio. Da qui si raggiunge, dopo circa tre chilometri, la chiesa di San Giacomo (Santu Iacu ‘Ezzu''), all'interno di una fitta boscaglia di corbezzoli. L'edifico si trova in una vallata a forma di anfiteatro. Si tratta di una chiesa dedicata a San Giacomo Apostolo il Maggiore.

Cadde in rovina nel corso dell'Ottocento probabilmente a causa della notevole distanza da Siniscola.

Nella seconda metà del Settecento è ricordata come interdetta (1777). Al suo interno si conservava la statua di san Cristoforo e l'immagine lignea di san Giacomo oggi visibile nell'altra chiesa di S. Giacomo nella regione Locoli. Delle antiche vestigia rimangono due navate di cui una in forme più arcaiche per la muratura e l'abside con finestrella strombata.

La navata sinistra presenta una muratura in scisto locale e zeppature in tegolame. Nella parte anteriore rimane una parte della facciata in origine a capanna con un campanile laterale un loggiato anteriore di cui rimangono i fori nelle pareti. L'area è di estremo interesse anche sotto il profilo archeologico. La chiesa di S. Giacomo era con molta probabilità il centro religioso di un notevole insediamento medievale, di cui affiorano le rovine nei pendii a monte della chiesa, poi abbandonato a causa delle epidemie e delle guerre aragonesi.

Share by: